Martedì 21 giugno, alle ore 21.00, presso la sede del MFE in via Volta 5 si è tenuto un dibattito sul tema "Il rilancio del progetto dell'unità politica dell'Europa dopo il No della Francia e dell'Olanda: rifondare l'Unione a partire da un'avanguardia federale". Dopo l'introduzione di Carlo Guglielmetti è seguito un ampio dibattitto con gli iscritti e i simpatizzanti presenti.
Raccolta pubblica di firme - Sabato 25 giugno, nel corso della mattinata, in Piazza del Tribunale a Pavia, si è svolta una raccolta pubblica di firme sulle cartoline appello ai Capi di Stato e di governo dei Paesi fondatori a sostegno di un'iniziativa per lo Stato federale europeo. La raccolta ha registrato un notevole successo e sono state firmate circa 350 cartoline.
Dibattito pubblico - Giovedì 30 giugno, nella sala presso la sede della CGIL di Pavia, si è tenuto un dibattito sul tema "Dopo i NO al Tratttao costituzionale, quali prospettive per l'unità dell'Europa? Il rilancio del progetto europeo, la responsabilità dei Paesi fondatori, il ruolo e il futuro dell'Italia", organizzato dal MFE di Pavia e dal Comitato unitario antifascista della provincia di Pavia, cui aderiscono le istituzioni locali, i partiti del centro-sinistra, i sindacati e numerose associazioni e organizzazioni. L'incontro è stato presieduto dal Sindaco Piera Capitelli e introdotto da Mario Santini, Segretario generale della CGIL pavese e da Luisa Trumellini, per il MFE di Pavia. Sono seguiti gli interventi programmati degli esponenti di tutte le forze del centro-sinistra e dei sindacati che hanno permesso un confronto approfondito e che hanno mostrato ampie convergenze con l'analisi dei federalisti pavesi. L'incontro si situa nel quadro di una serie di appuntamenti volti ad affrontare ed approfondire le tematiche europee anche in relazione ad una riflessione sulle prospettive per il futuro dell'Italia