DOCUMENTO
DELL’ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DELL’ALTO FERRARESE


Il processo di unificazione europea ha prodotto grandi risultati: ha portato pace e prosperità, ha consentito la creazione di una moneta forte e apprezzata che ha posto gli stati europei al riparo dalle crisi valutarie. Tuttavia rimangono difficoltà e incertezze; infatti l’Unione Europea, pur avendo grandi risorse e potenzialità, non è in grado di fronteggiare le nuove sfide ed è costretta ad accettare che le decisioni riguardanti il proprio destino vengano prese altrove.
Solo la nascita di uno Stato federale europeo, con un governo dotato di poteri sovrani nei settori della politica estera, della difesa, del controllo generale dell’economia e della fiscalità, potrà evitare che l’Unione diventi una semplice area di libero scambio, col rischio che alla fine i nazionalismi prendano il sopravvento. Ma questo Stato non può nascere oggi con il consenso di tutti i membri dell’Unione; occorre quindi che alcuni Stati prendano l’iniziativa di dar vita al primo nucleo dello Stato federale europeo, aperto a tutti i Paesi che vorranno aderirvi.
E’ una responsabilità che grava soprattutto sui Paesi fondatori, come ha sottolineato ripetutamente il Presidente Ciampi, e come ormai riconoscono apertamente molti autorevoli esponenti delle forze politiche italiane.
Consapevoli di tutto ciò, e confortati dal comprovato consenso dei loro concittadini, i Sindaci dell’Associazione dei Comuni dell’Alto Ferrarese accolgono la proposta del Presidente dell’ANCI dell’Emilia-Romagna e decidono di costituire il primo nodo della “rete” di Sindaci europei che condividono l’obiettivo di uno Stato federale europeo; si propongono ovviamente di dare alla “rete” la massima estensione possibile, coinvolgendo l’ANCI, l’AICCRE e analoghi organismi europei, come pure sfruttando i gemellaggi esistenti. La “rete” nasce per sensibilizzare l’opinione pubblica, le forze politiche e i Governi sulla necessità che l’Europa possa parlare autorevolmente al mondo con una voce sola e sui modi in cui tale scopo può essere raggiunto; la sua struttura organizzativa dovrà essere leggera e agile, in modo da essere facilmente adattabile ai compiti che di volta in volta affronterà.


Sottoscritto all'unanimità dai Sindaci dei sei Comuni che costituiscono l'Associazione Intercomunale dell'Alto Ferrarese (Bondeno - Vigarano Mainarda - Mirabello - S. Agostino - Cento - Poggiorenatico).


Luglio 2007